10 mari dove navigare prima di morire

10 mari dove navigare prima di morire 

  • Sicilia – A vela di notte sotto l’eruzione di Stromboli, dove l’inferno incontra il paradiso, con una bottiglia di chardonnay e un piatto di involtini di spada;

  • Alaska – navigare tra le megattere ai piedi di picchi perennemente innevati e roboanti ghiacciai, dividendo salmone e birra con i pescatori locali;

  • Egeo – alle radici della civiltà tra un’isola e l’altra, tra porticcioli romantici, saporiti polpi alla griglia e spiagge bianche e deserte;

  • Mergui, Birmania – impossibile non restare affascinati dalla foresta vergine che circonda baie coralline inesplorate e spiagge totalmente deserte;

  • Incoronate – una combinazione perfetta di isole intonse, acque blu, baie protette e antichi villaggi, la Croazia merita la sua prima posizione nel charter;

  • Costa Azzurra – non vi stancherete mai dei suoi porticcioli storici, delle antiche città, dei mercati con i sapori della provenza e dell’imbattibile qualità della vita;

  • Bonifacio – il più’ ventoso angolo di Mediterraneo offre anche le baie più’ belle e protette del mondo e l’acqua più trasparente di un sogno;

  • Scozia – navigare tra magnifici porticcioli e lungo una costa frastagliate e ricca di sorprese, tra le affascinanti isole del Single Malt;

  • Georgia del Sud – è la destinazione ultima del velista, l’isola più spettacolare del pianeta, la più’ grande concentrazione di natura e animali del pianeta;

  • Galapagos – dove altro si può’ ancorare in un vecchio cratere vulcanico e nuotare tra squali martello, pinguini e foche? 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *