Checklist pre-crociera

La lista che segue è ovviamente da usarsi a scopo indicativo e ognuno puo’ personalizzarla a seconda della sua barca e delle sue esigenze.

Dopo la prenotazione della barca

Studiare la zona dove si effettuerà la crociera in modo approfondito. I nostri itinerari danno già una buona indicazione, ma il consiglio è di comprare una guida nautica, come quelle di Rod Heikell che secondo noi sono tra le migliori. Contattaci se vuoi saperne di piu’.

Una settimana prima della crociera

– Inizia ad abituarti e a verificare la meteo prevista per il periodo scelto. Noi usiamo questo sito: http://www.passageweather.com;
– prepara una rotta coerente con gli itinerari e il tempo previsto per approfittare di eventuali venti portanti;
– apri una connessione con gli amici o chi resta a casa registrandoti gratis a http://www.youposition.com, basta un SMS e la tua posizione sarà ommediatamente online;
– verifica la equipment list della tua barca per sapere cosa c’è o cosa eventualmente manca;
– scarica e dai un’occhiata al nostro manuale di primo soccorso, non si sa mai;
– prepara il bagaglio in modo efficiente ed efficacie: scarica la nostra lista;
– skipper, non dimenticare maschera e boccaglio, ti risparmieranno soldi e fatica se incroci le cimedei pescatori;
– dai un’occhiata ai ristoranti della zona;
– prepara una lista della spesa adeguata;
– assicurati di portare o che siano a bordo gli elementi essenziali: fiammiferi, sapone, carta igienica, sale, zucchero, tè, caffè, crackers, vino, un pacco di pasta, passata di pomodoro, una cipolla, parmigiano. Se parti con queste cose anche se arrivi in barca a mezzanotte te la cavi.

Controllare al check in

– vele;
– carte mautiche, apri quella della zona e invita l’equipaggio a dare un’occhiata mentre fai il check in. Lascia la carta nautica sempre aperta sul carteggio;
– livelli acqua, gasolio e olio;
– livello di carica della batteria e funzionamento caricabatterie e alternatore;
– prese a mare e presenza tappo d’emergenza per le stesse;
– sentina asciutta e relative pompe;
– controllare il funzionamento della radio;
– accendere la cucina e verificare livello bombole e bombola di riserva;
– accendere il motore e segnare le ore. Controllare bene il meccanismo di spegnimento e imparare come si fa a spegnerlo a mano sul motore nel caso questo rimanga bloccato;
– verificare gps e plotter;
– azionare il verricello dell’ancora e imparare bene dove sono i salvavita di sicurezza;
– controllare la presenza di cime supplementari, chiedere eventualmente una cima lunga per ormeggio a terra;
– ancora di servizio;
– verificare il battellino e testare il fuoribordo;
– verificare BENE il funzionamento delle toilettes;
– controllare lo stereo e mettere la musica, si lavora meglio;
– controllare le sartie;
– verificare le manovre correnti;
– contare le manette del winch;
– verificare la presenza dei documenti;
– controllare la scatola degli attrezzi

Sicurezza

– scaricare il nostro manualetto;
– verificare la presenza delle attrezzature di sicurezza di legge: zattera, boette,
– giubbotti di salvataggio, fuochi, segnali eccetera;
– predisporre le linee salvavita;
– arnesi di sicurezza (molto piu’ importanti dei giubbotti): se non ci sono le linee salvavita provarli indosso e provare le cime e i moschettoni per legarsi.
– identificare il luogo ideale dove legare il timoniere, un uomo in pozzetto, un percorso per l’albero e una posizione all’albero e in prua;
– provare a prendere i terzaroli rapidamente;
– verificare carica estintori e memorizzare la loro posizione

Dopo il check in

– spiegare all’equipaggio come far partire il motore e come disinserire il pilota automatico;
– verificare le prese a mare;
– dare un’occhiata al circuito del gasolio e di accensione, almeno per conoscere le posizioni dei nodi principali, come il filtro del gasolio, lo spegnimento motore e il circuito di avviamento;
– briefing di sicurezza per l’equipaggio

Prima della partenza (skipper)
– ripassare la rotta, fari e fanali, pericoli e l’ubicazione dei porti piu’ sicuri;
– verificare che tutti abbiano gli oggetti personali ben al sicuro;
– prepararsi almeno un paio di wpt sicuri;
– verificare la meteo;
– in caso di invertitore, passare da una alimentazione AC all’altra in sicurezza; – chiudere passauomo, oblo e gavoni;
– preparare un minimo di piano di navigazione per timonieri ed equipaggio;
– proporre una dieta sicura contro il mal di mare
– dinghy sul ponte;
– chiudere porte, armadi, gavoni e tutto quanto puo’ sbattere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *