Bavaria 50 cruiser

Vituperato da legioni di velisti francesi, maltrattato da schiere di marinai teutonici ma perennemente acquistato da decine di società di charter, il ‘Bavarione’, che sia 49 o 50, è un po’ come l’influenza, o una Fiat, o un Big Mac…. prima o poi capita a tutti e non è quel disastro che si dice. Partiamo subito dalle cose che oggettivamente sono l’equivalente nautico di una pallonata nello stomaco: la finta radica lucida in dinette e la randa avvolgibile che non porta bene con nessuna forza di vento e nessun immaginabile angolo, tanto da dubitare filosoficamente sulla necessità di ‘srotorarla’. Bene detto cio’ passiamo a esaminarne gli altri difetti seri…

Bavaria49 out

 

 

Ecco… beh… insomma, non è che ce ne siano poi tanti in verità… All’esterno, incredibile a dirsi, ci sono i tientibene, il tavolo del pozzetto è un totem generoso e i verricelli sono in posizione comoda. Sartiame abbondante e draglie serie. Che, credeteci, è già qualcosa per uno skipper da charter. Il motore va come una pallottola e dopo anni di charter non ci risultano mancanze clamorose su decine di modelli. I comandi e le manovre sono di una semplicità teutonica che per sbagliare devi proprio infilare il dito tra la catena e il verricello.

Bavaria49 saloon

 

All’interno, posta la necessità degli occhiali da sole per il brillare della simil-radica lucida, le cose vanno anche meglio. Impianti di nuovo semplici e affidabili, un abbottante tavolo di carteggio (!!!!), vasta cucina e tavolo. Certo, sperare di eliminare gli angoli arrotondati per avere dei divanetti utilizzabili anche per dormire o per la siesta sarebbe chiedere troppo. Ma quello che ci piacciono sono le cabine. C’è addirittura un corridoio centrale da cui si dipartono due bagni, due cabine a castello e una comoda cabina matrimoniale. E anche le cabine a castello sono ariose, ben illuminate, ben coibentate e ben rifinite. Davvero!

bavaria50-layout

Impianti e prese a mare di nuovo tedesche, semplici e minimali, ma di buona qualità.

In conclusione quando hai un buon layout esterno, un tavolo di carteggio adeguato, un buon motore, eccellente coibentazione, affidabilità e tanto spazio hai già qualcosa, e per il prezzo di queste barche hai davvero tanto con poco. Basta non chiedere anche le prestazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *