Noleggio barche in Isole Eolie

E’ molto semplice: non esistono al mondo luoghi con maggior fascino delle Isole Eolie, e una crociera in vela nell’arcipelago non fa che rendere questo fascino davvero magico. Dove altro puoi assaporare dei perfetti involtini di spada dolcemente cullato dalle onde sotto un vulcano attivo mentre i lapilli illuminano il cielo notturno sopra il pozzetto?

 

10 posti da non perdere alle Eolie
1. Una serata sotto la sciar a del fuoco a Stromboli, il più antico faro del Mediterraneo
2. Una passeggiata con shopping gastronomico a Santa Marina di Salina
3. Gli involtini di pesce spada
4. Una giornata nelle acque a ovest di Filicudi, tra la Grotta del Bue Marino e lo scoglio la Canna
5. Il tramonto dalla cala di Mastro mimico a Vulcano
6. Una serata a Ginostra (Stromboli), l’ultimo paese italiano ad essere raggiunto dall’elettricità (purtroppo)
7. Una nottata tra i locali e le discoteche di Panarea
8. La passeggiata serale fino al cratere dello Stromboli
9. Pollara (Salina) alla scoperta degli scorci del film Il Postino
10. Il bagno nelle acque blu cobalto di Basiluzzo

eolie

 

eolie8

Stromboli

C’è un tocco di magia in questa che secondo noi è l’isola più affascinante del mondo. Sarà la voce della Terra che esplode ogni pochi minuti dal cuore del vulcano, o forse l’eco della voce del pescivendolo che si perde per i viottoli bianchi del paese. Sarà per il colore vermiglio del Negroni di  Andrea, o forse per quello nero lucido delle spiagge intorno all’isola. Forse. Per noi Stromboli significa stare comodamente sdraiati in coperta, la notte, con un buon drink in mano, ad ammirare il cielo illuminarsi ogni pochi minuti e i lapilli precipitare verso il mare lungo la sciara. Certo non è esattamente uno scherzo ancorare lungo le pendici di un vulcano, un cono perfetto, dove proprio non ci sono baie. Ma con un po di pazienza e la giusta pianificazione la notte a Stromboli sarà una di quelle che non dimenticherete mai.
Stromboli è per curiosi, mistici e avventurosi. Stromboli è per i romantici. Non per nulla è qui che Robertino Rossellini ha conquistato Ingrid Bergman.

eolie

Ginostra

Questo minuscolo villaggio a sudovest dell’isola di Stromboli vive in un altro secolo. Quello in cui l’elettricità non c’era ancora – a Ginostra è arrivata nel 2004 grazie ai pannelli solari. C’è un piccolo porto off limits (emergenza eruzioni) ma vale la pena passarci la serata nelle notti di luna. L’ottimo ristorante Puntazzo è una terrazza sul silenzio, un balcone nella notte costellato di candele. Di giorno invece il monopolio dei viottoli è del mulo e del mulattiere, autoarrogatosi trasportatore esclusivo del villaggio. E con il carattere che ha nessuno osa contraddirlo.
Per noi ginestra è la minuscola piazzetta della chiesa, una vecchia radio a pile e le signore del villaggio che ballano con le gonne che non si usano più…

Per amanti della natura e del relax, e per i contemplativi.

eolie1

Panarea

Se amate la vita tranquilla girate al largo dalla Panarea di agosto la sera, ma se cercate una nottata alla moda questo è il posto giusto dove ‘vedere’ e ‘farsi vedere’. Nulla di troppo chiassoso per carità, ma è un’isola comunque per pochi (solo un albergo e non certo un ostello) che amano rimanere pochi. Eppure di giorno assolutamente non stanca perché i bassi fondali e gli isolotti di fronte al paese hanno un’acqua davvero strepitosa, anche grazie alle sorgenti sulfuree che ribollono silenziose di fronte a lisca bianca. Anni or sono Basiluzzo offriva i migliori capperi della Sicilia ma la raccolta è stata abbandonata, e ora resta l’acqua più blu dell’arcipelago. Se vi piace la musica moderna ancorate a cala Milazzese e ballerete insieme a Dolce e Gabbana. Se invece vi piace il silenzio gettate l’ancora a Cala Nave, la maestosa baia a nordest dell’Isola.
Per viveur – con gusto…

basiluzzo

Filicudi

Qualora questa sia la vostra prima vacanza in barca, allora Filicudi è il posto perfetto per assaporare il vero significato di una vacanza in barca: il tuffo mattutino. Già, sono davvero pochi gli hotel dove potete gettarvi in acqua direttamente dalla vostra stanza, e ancora meno quelli in cui un cuoco sta preparando il caffè solo per voi.
E le acque a ovest di Filicudi sono il luogo perfetto. Con il mare calmo potrete ancorare tra l’Isola e gli scogli intorno alla canna, o se preferite di fronte alle grotte, e il mare sarà la vostra piscina.
E’ un’isola dove praticamente non arrivano turisti e sarete liberi di provare i ristoranti locali e le passeggiate sull’isola.

filicudi

Salina

Unica isola delle Eolie a vantare più di un municipio (sono addirittura 4) l’isola di Salina è anche l’unica a vantare due coni vulcanici. Questi pero’ sono decisamente spenti. Santa Marina, a est dell’Isola, è l’unico ottimo porto dell’arcipelago e in più resta una deliziosa cittadina da esplorare a piedi, possibilmente con un buon cannolo riempito di fresco (pasticceria Matarazzo, sul porto). L’altra destinazione nautica è Pollara, resa celebre dalle passeggiate oniriche di Troisi nel film ‘Il Postino’.  Eppure sarebbe davvero un peccato limitarsi a queste due destinazioni, dal momento che la strada da Lingua fino a Rinella è davvero deliziosa. Con uno scooter a noleggi o potrete scorrazzare vicino al faro dell’isola, tra i famosi vigneti di Salina, per i viottoli di Malfa e Leni e giu per i tornanti fino alla minuscola e deliziosa spiaggia di Rinella.

 

salina

Lipari

L’isola principale dell’arcipelago offre diverse facce al viaggiatore. Il paese è certamente affascinante, ha un bellissimo porto storico (che ahimè non è utilizzabile per le barche a vela) e una popolazione davvero accogliente e amichevole.  Restano sulla costa est dell’isola alcune imprese industriali e costruzioni di dubbio gusto architettonico e urbanistico, quindi chi ama un panorama intonso preferirà navigare lungo la selvaggia costa occidentale, tra le sue baie dalle pareti rosso fuoco e i suoi faraglioni.

 Vulcano

Il secondo vulcano attivo dell’arcipelago è meno spettacolare del suo vicino ma più facilmente raggiungibile. L’attività inoltre si propaga anche vicino al mare dove gli amanti del genere potranno immergersi nei fanghi termali a piacimento. La ‘piscina’ è facilmente identificabile dagli effluvi sulfurei e si trova tra i due porti di ponente e levante, le due baie più protette dell’arcipelago. Ahimè le case e il villaggio che le circonda non rientra tra i nostri preferiti, in compenso la costa occidentale e meridionale dell’isola, rossa e selvaggia, è davvero spettacolare.

 

18copie

 

Informazioni essenziali

Itinerario in breve 1. Vulcano – 2. Salina – 3. Panarea – 4. Ginostra – 5. Stromboli – 6. Filicudi – 7. Lipari Prezzi medi: le Eolie sono una destinazione relativamente economica, con possibilità di veleggiare con poco più di 90 euro al giorno. Una crociera con barca di prima fascia, skipper, cuoco privato e trattamento all inclusive costa generalmente meno di 200 euro a testa al giorno. Base per noleggio barche: Tropea o Milazzo-Portorosa Aeroporto di riferimento: Catania o Lamezia Terme Periodo ideale per noleggio barche: aprile-ottobre Partenze: il sabato Durata consigliata charter: 7-14 giorni giorni Tipi di noleggio barche disponibili: ogni tipo di charter disponibile Partenze: il sabato Non dimenticare che Sailingtheweb propone anche crociere con equipaggio, il che significa uno skipper referenziato, un cuoco al vostro esclusivo servizio, cabine private sempre con bagno, controllo completo del vostro itinerario e dei tempi della vostra vacanza, e nessun altro ospite a bordo. solo voi.

Cosa mangiare in Isole Eolie

Ristoranti:
Ristorante ‘Al Puntazzo’ – Stromboli, frazione Ginostra. Visita il sito di Ginostra.
Ristorante il Barbablu – Stromboli. Visita il loro sito.
Dall’Avvocato – Pecorini a Mare, Filicud. 0909889997
Ristorante ‘La Vela’ – Sciacca – Sicilia

Ancoraggi in Isole Eolie

Stromboli, sicuramente l’isola più bella del mondo (e nei vari oceani ne abbiamo viste tante). Un giorno per il paese, una sera per Ginostra e cena ai “Puntazzi” (prenotare), un’altra per Stromboli paese e se avete voglia la camminata sul vulcano per assistere alle eruzioni (sempre che riaprano i sentieri dopo le eruzioni di Marzo 2007). Possiamo mettervi in contatto con la Magmatrek che le organizza. Ristoranti a Stromboli: vale la pena Il Barbablu, dove Andrea fa dei cocktails fenomenali. Ancoraggi: davanti a Scari, a nord del Pontile, c’è fondale tra 7 e 15 mt, ma protezione dal vento molto relativa. Stromboli va vista con bel tempo. Sennò si sta un po’ in pensiero ma, come dice un nostro collega di Napoli “vuoi mettere quell’emozione di tornare in spiaggia la sera senza sapere se la barca è ancora lì o no?”. Si sbarca solo con il gommone. Per venti da sud si ancora di fronte al Tartana, a NO dell’angolo NE. Occhio alla nave dell’acqua. Qui a lungo non si riesce a stare, perché l’onda da nord arriva prima del suo vento. In caso di venti forti da ovest dichiarati e stabili, all’ancora alla Forgia Vecchia con cime a terra. Ginostra è da non perdere assolutamente. NON attraccate al pontile, uso Protezione Civile, 6.000 euro di multa e sequestro barca. Ancorate piuttosto lì vicino e usate il grippiale. Macelleria notevole a Scari. Report 2008: sono stati piazzati dei gavitelli intorno a Scari, prezzi intorno ai 40 euro, tenuta da verificare.

Panarea: ancorare a sudest dell’isola, Cala Milazzese ( 38°37’35.97″N 15° 3’56.40″E) , buon fondo di sabbia, e scendere a terra con il gommone. Evitare le calche e il frastuono al molo cittadino, tra l’altro poco calmo. Almeno due o tre giorni per fare il bagno a Cala Nave, a Lisca Bianca e Basiluzzo (5 stelle). L’interno di Cala Giunco è vietata al diporto, ma se soffia da est chiudono un occhio. Inutile spendere soldi per mangiare fuori ed è consigliabile non aver bisogno di altro oltre al pane e al giornale. L’isola è semplicemente perfetta e merita lunga sosta. Peccato che a volte il frastuono e l’educazione di chi ci transita e vi si ancora lasci molto a desiderare. Vita notturna e jet set. Prezzi da Porto Cervo. L’aperitivo sulla terrazza del Raya vale la pena.

Salina: la seconda isola in ordine di bellezza. Ancoraggio sulla costa est, a sud del porto o in porto. Visitare Santa Marina e Lingua (la più famosa granita è da Fredo). In barca giro dell’isola e sosta, anche per la notte se il tempo dà, a Pollara (il famoso film “Il Postino”, con Troisi). La pescheria di Santa Marina è la migliore delle Eolie. Buona l’idea di affittare un’auto o i motorini e farsi un giro per l’isola. Un paio di buoni ristoranti: Franco forse il migliore, a Santa Marina, in alto. I cannoli nella pasticceria dietro al porto. L’isola è grande e ricca di sorprese. Alcune boe e ristorantini a Rinella, carina ma un po’ malandata.

Lipari: bello il paese, che tra l’altro ospita l’unico supermercato decente. Poi visitare tutta la costa ovest e le cale nella roccia rossa, la Cava di Pomice e i faraglioni a sud ovest dell’Isola.

Vulcano: i fanghi (se siete interessati, personalmente penso facciano abbastanza senso..) ma soprattutto un calmo giro dell’isola e le cale della costa Ovest (Mastro Minico – 38°24’1.15″N 14°56’25.72″E), veramente splendide, subito a sud del porto di ponente. Quest’ultimo è un ottimo approdo, ma ovviamente terribile con maestrale. In quel caso, se si alza di notte, far rotta su Lipari. Il paesino non merita granchè, mentre si può salire sul cratere attivo.

Filicudi: splendida l’isola, con ancoraggio passabile a sudest o nordest. Favolosa l’acqua e la zona ovest, con il faraglione e le grotte. Qualche scoglio. Ci hanno parlato bene dei ristoranti a Pecorini Porto, a sud dell’isola, dove si sono dei moletti improvvisati e certamente non protetti. Bagni splendidi alla grotta e nella zona dello scoglio Montenassare e Canna, a ovest. Avvicinarsi con prudenza.

Alicudi: per curiosi. Impensabile fermarsi la notte e sperare di dormire tranquilli, è proprio solo un cono che fuoriesce dall’acqua.

Metereologia

La tendenza degli ultimi anni è per tempo meno stabile ad agosto, qualche colpo di vento e a volte onde lunghette da ovest o nord ovest, alla fine del loro lungo cammino dalla Sardegna. Le ultime di luglio significano spesso calma piatta e caldo, qualche brezza da nordest e un paio di giorni con 15-20 nodi. Attenzione sempre al barometro, perché i temporali alle Eolie non scherzano, con raffiche fino a 45 nodi, anche se solo per 20 minuti. Tenete sempre  ben presente la rotta per Lipari o Panarea in caso di dover partire di corsa nel temporale e di notte. Vi assicuro, non si vede assolutamente nulla!! Per ancorare a Stromboli, Ginostra e Filicudi bigogna essere ben sicuri di avere tempo stabile. Ancorare a Stromboli con vento molto forte è possibile, con qualche accorgimento e cima a terra a sud di Scari, ma non è consigliabile. Ovviamente i venti più pericolosi sono da occidente, ma quelli più fastidiosi, proprio perché inaspettati e spesso ‘da temporale’ sono da est.

Last Minutes in Isole Eolie

Nessuna offerta disponibile

Noleggia una barca in Isole Eolie

32

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *